Galleria Lingotto-Bengasi

La totalità linea della tratta in oggetto, è prevista in galleria unica a doppio binario, di sezione circolare, costruita a foro cieco con TBM.

La talpa “Masha”

I criteri di progetto generali adottati per la galleria di linea sono:

galleria circolare:
diametro interno nominale: 6,60 m
diametro interno: 6,80 m

La soluzione tecnologica costruttiva prevista per la realizzazione della gallerie a foro cieco lungo la tratta intera da retro stazione Lingotto a stazione Bengasi e poi fino al Pozzo Terminale, è lo scavo meccanizzato con confinamento a pressione controllata del fronte e del profilo di scavo.

La fresa scudata verrà calata dalla stazione Bengasi, dal quale si attiverà lo scavo fino al pozzo terminale, ove la fresa sarà recuperata ed estratta.

Successivamente la fresa viene riportata alla stazione Bengasi da dove viene calata nuovamente per eseguire lo scavo della galleria fino alla retro stazione di Lingotto ove la fresa viene recuperata ed estratta definitivamente.

Il sistema, tecnologicamente avanzato, richiede l’impiego di frese scudate a piena sezione (Tunnel Boring Machine: TBM a fronte pressurizzato), con diametro di scavo pari a 7,70m (area di scavo uguale a 46,5m2), conseguente ad un diametro interno della galleria di 6,80m.

Il rivestimento della galleria, che avrà funzione sia di supporto di prima fase che di struttura definitiva, sarà costituito da conci prefabbricati in calcestruzzo armato posati in opera dalla macchina immediatamente dopo lo scavo. Il contatto tra il rivestimento e il terreno viene conseguito attraverso l’iniezione di malta cementizia realizzata attraverso lo scudo TBM.

AVANZAMENTO LAVORI

Avanzamento dello scavo con TBM

  • (1880 m. su 1880 m.) 100% 100%